default-logo

Donati 50 flaconi antifog all’Ospedale di Terni

Cari medici, cari infermieri,chi vi scrive lo fa a nome di tanti atleti, tecnici e dirigenti che fino a poco tempo fa si impegnavano a far crescere lo sport e più precisamente il tiro con l’arco nella nostra città. Oggi tutto questo ci pare un lontano ricordo e per la prima volta conosciamo un nemico infido da combattere, per non venire sopraffatti e sconfitti. Ma in prima linea, in trincea a difenderci ci siete voi. Voi che con turni massacranti, poco riposo, poche risorse per combattere questo maledetto virus fate della vostra professione, non solo un lavoro, ma una vera e propria missione di umanità. Ogni giorno sentiamo dai media parlare di voi come eroi, ma devono ancora chiamarvi con il giusto nome: a differenza di noi gente comune, voi non potete rinchiudervi dentro una casa con le vostre famiglie al sicuro e lontano dal contagio e non potete permettervi di farvi sopraffare dallo sconforto o ancor più dalla paura di non avere un domani, perché è il vostro lavoro giornaliero, lo era ieri e lo sarà anche domani. Dietro quelle maschere di silicone appannate dalla fatica del mestiere, dietro ogni schermo in plexiglas, ci sono degli sguardi che incrociano giornalmente pazienti imploranti e spaventati che chiedono solo di poter uscire da questo incubo. Noi come Arcieri Città di Terni non sapevamo da dove iniziare per poter essere utili in qualche modo e darvi un segnale della nostra riconoscenza. Non abbiamo una forte risonanza come potrebbe averla uno sport più diffuso, non abbiamo tanti sponsor che ci sostengono se non i genitori dei nostri ragazzi che, a volte, con tanta fatica riescono a coprire la propria quota associativa pur di far crescere il proprio figlio in un ambiente sano e lontano dai pericoli. Ma come racconta e insegna la favola del colibrì durante l’incendio della foresta, ‘la cosa più importante non è essere grandi e forti, ma pieni di coraggio e di generosità e che anche una goccia d’acqua può essere importante e che “insieme si può” spegnere un grande incendio’. Ci sarà il tempo per noi di ritornare a gareggiare e vincere, ma oggi il nostro pensiero è rivolto a voi e a voi diciamo semplicemente grazie. Grazie a tutti voi che siate medici, infermieri o semplici addetti a supporto di chi è in prima linea. Grazie alle vostre famiglie che vi seguono a distanza e capiscono in silenzio il ruolo importante che state sostenendo per tutta la nostra comunità. Con la speranza che, quando tutto questo sarà finito, la gente non si dimentichi di voi e continui a sostenervi con ammirazione e il giusto rispetto, la nostra società vi rimane vicino augurandovi una serena Pasqua.

0 comments

La pandemia porta il Mondiale 3D al 2022

Le restrizioni imposte dalla pandemia di Covid-19 non fermano il lavoro della dirigenza FITARCO. A questo proposito, appaiono molto rilevanti le decisioni prese: dalla sospensione dell’attività fino al 30 giugno allo slittamento degli eventi federali al 2021. Dall’esito della riunione straordinaria del Consiglio Federale tenutasi in data 03/04/2020, in ottemperanza alle direttive emanate dagli organi di Governo, comprensiva anche dell’ultima pubblicata il 2 aprile e vigente fino al temine dell’emergenza sanitaria, si comunica quanto segue: 1) Sospensione delle attività agonistiche e non agonistiche fino al 30 giugno 2020 2) Annullamento di tutte le Gare iscritte a Calendario Federale fino al 30 giugno 2020 3) Annullamento di tutti gli eventi Federali previsti per l’anno 2020 Il protrarsi dell’emergenza Coronavirus ha quindi portato il Consiglio alla decisione di sospendere l’attività federale fino al 30 giugno per la quale verranno fornite ulteriori comunicazioni per una anticipata riapertura nel caso arrivassero nuove comunicazioni da parte delle autorità competenti. Come detto, per quanto concerne il calendario gare e in particolare gli Eventi Federali, quelli previsti nel 2020 sono stati posticipati tutti al 2021 e, di conseguenza, le candidature per l’organizzazione degli eventi del 2021 slitteranno all’anno 2022. Il Mondiale in programma a Terni, la prima settimana di settembre del 2021, slitta quindi nello stesso periodo del 2022. La conferma ufficiale dovrebbe arrivare la prossima settimana quando la World Archery si riunirà, sempre in videoconferenza, per deliberare sul calendario internazionale. È comprensibile che, dal punto di vista organizzativo, la notizia non è delle migliori per gli Arcieri Città di Terni che hanno lavorato duramente per aggiudicarsi l’evento. Allo stesso tempo, però, la società comprende che la situazione straordinaria che si sta vivendo porta in secondo piano tutto quello che non interessa la salute e la macro economia. Per non vedere vanificato il grande impegno sia economico che organizzativo fino ad oggi svolto dagli Arcieri Città di Terni, in ultimo il nuovissimo impianto coperto nato oltre che per poter migliorare lo svolgimento dell’attività sportiva nei periodi invernali anche e soprattutto per poter ospitare grandi eventi, gli Arcieri Città di Terni, hanno dato la propria disponibilità, pur di garantire in città una manifestazione di livello mondiale, di poter organizzare invece che il mondiale 3D un campionato Mondiale Campagna (h+f), gara ancora più importante e ancora più impegnativa dal punto di vista organizzativo. “Credo che per Terni un evento così importante non debba sfuggire anche nell’ottica di una ripresa economica sia per la città che per tutto il territorio regionale – afferma Stefano Tombesi, vice presidente degli Arcieri Città di Terni – in questi ultimi anni si sono riempite colonne di giornali e fatti grandi spot dicendo che sport e turismo debbano andare a braccetto e che sono un connubio ideale per l’economia ternana. C’è bisogno di grandi eventi a respiro nazionale e internazionale per riempire gli alberghi della città e dare un importante input alle attività economiche del territorio”.

0 comments

Arcieri Città di Terni, 4 medaglie dagli Assoluti Indoor di Rimini

Gli Arcieri Città di Terni tornano soddisfatti dagli Campionati italiani Indoor in virtù delle 4 medaglie conquistate. Nei locali della Fiera di Rimini, nel fine settimana, si sono scontrati i migliori arcieri d’Italia per una rassegna che ha fatto registrare numeri da capogiro con oltre 900 atleti al via e oltre 2mila persone interessate dall’evento. “Torniamo dagli Assoluti Indoor di Rimini consapevoli di poter contare su un gruppo di atleti molto competitivo che saprà togliersi anche nel futuro grandi soddisfazioni” le parole di Mauro Sbaraglia, presidente Arcieri Città di Terni che ci tiene a sottolineare come “le quattro medaglie conquistate dai nostri atleti sono il giusto premio per il grande lavoro che quotidianamente svolgono tutti gli iscritti, i tecnici e i tanti volontari che sono l’anima della nostra società”. A livello Assoluto, gli Arcieri Città di Terni hanno conquistato una medaglia. Marco Boccialoni, Fabio Deciantis e Matteo Santi hanno dovuto contentarsi dell’argento nell’Arco Olimpico a squadre dopo essere stati sconfitti in finale 5-3 dai lombardi del Mirasole Città di Opera. 3 medaglie sono arrivate invece dai titoli di classe. La squadra maschile di Arco Olimpico Senior sempre composta da Santi, Boccialoni e Deciantis, ha chiuso con un argento arrivando ad appena 24 punti dai campioni degli Arcieri Iuvenilia. Argento anche per Riccardo Gasponi nell’Arco nudo Master che ha dovuto cedere a Giuseppe Forti la medaglia più prestigiosa per appena 4 punti di distacco. L’ultima medaglia conquistata dagli Arcieri Città di Terni è stata quella di bronzo portata a casa da Edoardo Scaramuzza nella categoria Juniores di Arco compound. Anche in questo caso il distacco tra l’arciere ternano e il secondo, ovvero Alessandro Bombana (Arcieri del Cangrande) è stato di appena 3 punti.

0 comments

Arcieri Città di Terni, pioggia di medaglie al Campionato Regionale Indoor

Arcieri Città di Terni mattatori al Campionato Regionale Indoor. La società del presidente Mauro Sbaraglia ha conquistato 30 medaglie. Di queste ben 10 (nessuno come i ternani) sono arrivate dagli Assoluti (individuali e a squadre). Risultati che fanno degli Arcieri Città di Terni una delle migliori società del panorama regionale nella manifestazione che si è svolta, lo scorso fine settimana al PalaTennistavolo Aldo De Santis di Terni con trecento atleti in gara in rappresentanza di 14 società umbre. “Siamo doppiamente soddisfatti perché abbiamo ottenuto come società importanti risultati che ci fanno ben sperare in vista del Campionato Italiano Indoor in programma dal 21 al 23 febbraio a Rimini – afferma Stefano Tombesi, vicepresidente Arcieri Città di Terni e consigliere federale – e anche perché in qualità di organizzatori del Campionato Regionale abbiamo ricevuto molti complimenti per il lavoro svolto. La macchina organizzativa ha risposto alla grande. Tra gli aspetti che hanno fatto più piacere ai circa 300 partecipanti l’aver concluso il Campionato nel pomeriggio, a dimostrazione di una efficienza confermata da parte della nostra macchina organizzativa come dimostrato già in tante altre circostanze”. A livello Assoluto, gli Arcieri Città di Terni hanno conquistato 6 medaglie. Di queste 3 sono state d’oro grazie a Matteo Santi (Arco Olimpico Maschile), Edoardo Scaramuzza (Arco Compound Maschile) e Sabrina Vannini (Arco Nudo Femminile). 2 sono state le medaglie d’argento portate a casa da Marco Boccialoni (Arco Olimpico Maschile) e Chiara Bicelli (Arco Compound Femminile); mentre il bronzo è stato conquistato da Sara Pandimiglio (Arco Nudo Femminile). Gli Arcieri Città di Terni hanno ottenuto anche 4 medaglie a squadre. L’oro se l’è aggiudicato quella dell’Arco Olimpici Maschile mentre l’Arco Compound Maschile e l’Arco Nudo Femminile hanno strappato un prezioso argento. Ottimo anche il bronzo ottenuto dalla squadra di Arco Nudo Maschile. Ma le soddisfazioni per la la società ternana, che quest’anno è stata impegnata anche nell’organizzazione della rassegna regionale, non sono finite qui. Dagli scontri di categoria sono arrivate 14 medaglie. Matteo Santi (Arco Olimpico – Senior Maschile), Edoardo Scaramuzza (Arco Compound – Junior Maschile) e Sara Pandimiglio (Arco Nudo – Senior Femminile) hanno conquistato l’oro. Matteo Boccialoni (Arco Olimpico – Senior Maschile), David Guglielmo (Arco Olimpico – Junior Maschile), Martina Savinelli (Arco Olimpico – Junior Femminile), Chiara Bicelli (Arco Compound – Senior Femminile), Stefano Tombesi (Arco Compound – Master Maschile) e Riccardo Gasponi (Arco Nudo – Master Maschile) hanno portato a casa 6 preziose medaglie d’argento. In 5, invece, hanno ottenuto il bronzo e sono: Fabio Deciantis (Arco Olimpico – Senior Maschile), Corinna Belelli (Arco Olimpico – Master Femminile), Gabriele Monaldi (Arco Olimpico – Allievi Maschile), Manuel Bianchini (Arco Olimpico – Ragazzi Maschile) ed Emanuele Fuselli (Arco Olimpico – Giovanissimi Maschile). A questi risultati si vanno poi ad aggiungere quelli a squadre. 3 gli ori conquistati: nell’Arco Olimpico – Senior Maschile (Matteo Santi, Marco Boccialoni, Fabio Deciantis), nell’Arco Olimpico – Ragazzi Maschile (Manuel Bianchini, Riccardo Grigioni, Nicolò Galletti) e nell’Arco Nudo – Senior Femminile (Sara Pandimiglio, Sabrina Vannini, Rosa Riggi). Alle medaglie d’oro si aggiungono le 3 d’argento dell’Arco Olimpico – Master Maschile (Evandro Astancolli, James Danieli, Massimo Domenichini), dell’Arco Olimpico – Allievi Maschile (Gabriele Monaldi, Lorenzo Gigliotti, Alessandro Di Erasmo) e dell’Arco Nudo – Master Maschile (Riccardo Gasponi, Marco Centofanti, Giuseppe Panunzi). Nel corso della rassegna regionale sono stati premiati Matteo Santi degli Arcieri Città di Terni e Laura Baldelli dell’Augusta Perusia come miglior arcieri umbri 2019. Inoltre sono stati consegnati i premi relativi alla Coppa delle Regioni che si è disputata la scorsa estate in Sardegna. Torneo che ha visto l’Umbria chiudere in seconda posizione dietro solo alla Lombardia e davanti alla Toscana oltre che a tutte le altre regioni.  

0 comments

A Terni il Campionato Regionale Indoor di Tiro con l’Arco

Grande attesa tra gli arcieri ternani per il primo appuntamento di rilievo della stagione indoor. Sabato e domenica a Terni andrà in scena il Campionato Regionale. Una manifestazione di rilievo con 25 bersagli, che richiederà pertanto il trasferimento presso la struttura del Palatennistavolo che, già in passato ha ospitato manifestazioni a carattere regionale e nazionale. Alla rassegna, organizzata dagli Arcieri Città di Terni, saranno presenti circa 300 atleti in rappresentanza di 14 società. Anche in questa edizione potranno partecipare, nella giornata di sabato, le squadre di fuori regione che, in ogni caso, non potranno concorrere per il titolo regionale. Due i giorni di gare, 4 turni (2 il sabato e altrettanti la domenica). Nella prima giornata gli arcieri si confronteranno per la conquista dei titoli di categoria, quindi domenica pomeriggio, torneranno in pista per gli assoluti ai quali saranno ammessi i migliori 8 di ogni categoria. “E’ un appuntamento al quale teniamo molto – afferma Mauro Sbaraglia, presidente degli Arcieri Città di Terni – sia sotto l’aspetto organizzativo, visto che siamo noi ad occuparcene, che per quel che riguarda il riscontro tecnico, con tanti nostri atleti in odore di medaglia”. Il Campionato Regionale sarà utile anche come allenamento in vista degli Italiani in programma a Rimini dal 21 al 23 febbraio. Ad attendere i circa 12 arcieri della società ternana che si sono qualificati per la rassegna ci sarà il consigliere federale e vice presidente degli Arcieri Città di Terni, Stefano Tombesi: “Disputare un buon Campionato Regionale è sicuramente il modo migliore per prepararsi all’appuntamento di Rimini dove è lecito aspettarsi prestazioni di assoluto rilievo da parte dei nostri portacolori”.

0 comments

Buona la prima per l’Archery Training Center Terni

Buona la prima per l’Archery Training Center Terni che ha ospitato nel fine settimana una gara interregionale alla quale hanno partecipato circa 200 arcieri provenienti da tutta l’Italia. Ad una settimana esatta dall’inaugurazione in pompa magna con tanto di stage della Nazionale Giovanile Paralimpica, ecco arrivato il primo stress test per la nuova casa degli Arcieri Città di Terni. Due giorni di gare, 5 turni (3 sabato e 2 domenica) per circa 200 arcieri che si sono alternati sulla linea di tiro dell’impianto indoor. 5 i primi posti ottenuti dagli atleti di casa: Matteo Santi (Arco olimpico – Senior Maschile), Martina Savinelli (Arco olimpico – Allieve Femminile), Tabata Maria Bollotta (Arco olimpico – Ragazzi Famminile) e Edoardo Scaramuzza (Arco Compound – Junior Maschile). A questi si vanno ad aggiungere gli ottimi piazzamenti ottenuti da tutti gli altri arcieri della società del presidente Mauro Sbaraglia che a fine gara ha sottolineato l’importanza che ha avuto questo impegno: “Alla vigilia eravamo tesi perché volevamo che tutto filasse liscio e così è stato. La struttura si è dimostrata accogliente, comoda e di qualità. Tutti sono rimasti soddisfatti degli sforzi fatti per rifare il look alla nostra casa”. Soddisfatto anche il vicepresidente e consigliere federale Stefano Tombesi: “Abbiamo ricevuto molti complimenti dagli atleti sia per l’accoglienza che per le chicche tecnologiche che rendono il nostro impianto uno dei più all’avanguardia d’Europa come i monitor sulla linea di tiro e il sistema di video analisi. Quello appena andato in archivio è stato il primo di una lunga serie di eventi che ci vedranno protagonisti come organizzatori e che si svolgeranno anche all’interno della nostra rinnovata casa”. Clicca QUI per vedere tutti i risultati della gara

0 comments

Inaugurata la nuova casa degli Arcieri Città di Terni

Una nuova struttura per la pratica sportiva al chiuso e senza barriere architettoniche. La casa degli Arcieri Città di Terni si è rifatta il look ed oggi è stata inaugurata alla presenza delle più alte personalità del mondo sportivo italiano. A fare gli onori di casa il presidente degli Arcieri Città di Terni Mauro Sbaraglia: “E’ una giornata storica, quando sono entrato in società nel 2005 eravamo costretti a tirare in un terreno incolto. Piano piano, prima abbiamo preso questo lotto di terra di proprietà del Comune poi, con l’arrivo di Tombesi, abbiamo iniziato a migliorare le nostra struttura realizzando prima il campo di tiro e poi quello che era nelle nostre intenzioni, ovvero questa strettura. Non siamo uno sport importante e ricco ma nonostante tutto questo siamo riusciti a creare la nostra casa”. Circa 4500 mq di superficie per praticare il tiro con l’arco sia al chiuso che all’aperto, una spesa complessiva che supera i 200.000,00 euro e una lunga serie di lavori realizzati che rendono la struttura all’avanguardia anche a livello internazionale. Tra questi spiccano i monitor sulla linea di tiro e l’impianto di video analisi che consentirà ai tecnici di poter correggere gli atleti nell’esecuzione del gesto tecnico. A rendere subito “attivo” l’impianto la presenza in questo fine settimana della Nazionale Italiana Giovanile Para-Archery. “Non è un caso se i nostri ragazzi sono a Terni in questi giorni – afferma Mario Scarsella, presidente Fitarco – il gruppo giovanile è nato lo scorso anno mentre questo impianto rinnovato apre i battenti proprio oggi. Come Federazione abbiamo voluto certificare l’importanza di questa giornata con la presenza della Nazionale giovanile. Questo impianto, che è tanto bello, sarà sicuramente utile per sviluppare l’arcieria ternana, umbra e italiana”. “Quello che gli Arcieri Città di Terni hanno creato è importante per la comunità locale, per il mondo paralimpico e per l’intero movimento arcieristico italiano perché quando si dedicano impianti come questo ad una attività integrata e inclusiva cresce il paese, la città e lo sport. Siamo a trequarti d’ora da Roma – afferma di Luca Pancalli, presidente Comitato Italiano Paralimpico –, siamo in una zona che spesso è generosa anche nell’organizzazione di eventi sportivi come i mondiali di scherma paralimpica dello scorso anno, secondo me questa struttura rappresenterà un’opportunità importante per il mondo del Para-Archery e per questo va sfruttata al meglio delle sue potenzialità”. “Realtà come questa fanno bene al movimento sportivo cittadino e più in generale a tutta la nostra comunità – Leonardo Latini, sindaco di Terni – gli Arcieri Città di Terni sono un’eccellenza e lo hanno ribadito realizzando questa magnifica struttura che apre le sue porte anche alle persone con disabilità”. Tra i protagonisti, dall’ideazione alla realizzazione, di questa nuovo traguardo tagliato dagli Arcieri Città di Terni Stefano Tombesi, consigliere Federale e vice presidente della società ternana cui non è mancato il sostegno irrinunciabile di tutti i soci della società. Tombesi, che non ha mancato di ringraziare chi ha sostenuto l’opera a diverso titolo, dalla Fondazione Carit al Comune di Terni passando per la Regione Umbria, ha sottolineato come: “la struttura è una delle più importanti d’Italia, significativa anche a livello internazionale. Abbiamo studiato l’impianto per consentire alle persone che hanno disabilità di potervi accedere senza alcun problema. Oggi è la nostra festa, la festa di tutte quelle persone che anche a titolo gratuito ci hanno aiutato in questo lungo anno di lavori e che da sempre con il loro impegno consentono alla società di andare avanti e centrare nuovi traguardi sempre più ambizioni. Oggi festeggiamo la nostra nuova casa, ma già stiamo pensando al prossimo obiettivo, il Mondiale di tiro con l’arco 3D che torneremo ad organizzare nel 2021”. Costo dell’intervento: Ad oggi l’ammontare della spesa supera i 200.000,00 euro. In cantiere ci sono ulteriori lavori per rendere altamente specializzato il centro fornendolo di attrezzature tecniche specifiche di livello. Gli Arcieri Città di Terni hanno stanziato circa il 50% dell’ammontare compreso un mutuo richiesto e concesso dal Credito Sportivo per un importo di 60.000,00 euro. Dimensione dell’area: La superficie su cui si sviluppa la struttura indoor e outdoor è di circa 4500 mq. Lavori realizzati: fornitura e posa di una struttura in carpenteria metallica con teli e pannelli da adibire al tiro con l’arco indoor; • realizzazione di una base in cemento armato (regolarmente certificato dagli organi competenti); fornitura e posa di impianti d’illuminazione e fonico idonei all’uso; spostamento di un container attualmente adibito a servizi igienici e foresteria; ampliamento di una struttura esistente, oggi adibita a sala riunioni e magazzino, con la realizzazione di nuovi servizi igienici di cui uno adibito a persone con disabilità; posizionamento di un nuovo manufatto ad uso pertinenziale; realizzazione di una tettoia di collegamento tra la tensostruttura e il manufatto spogliatoi e servizi; spostamento della pensilina ombreggiante e la linea di tiro installazione di un impianto di video analisi installazione di monitor sulla linea di tiro, caratteristica che rende l’impianto unico nel suo genere a livello europeo. L’impianto sportivo è stato realizzato ed attrezzato in modo da consentirne l’uso da parte dei portatori di disabilità per quanto attiene gli spazi destinati al pubblico, quelli relativi all’attività sportiva, i servizi di supporto e quelli ausiliari e complementari. Tale fruibilità è stata ottenuta evitando soluzioni che comportino la realizzazione di attrezzature ad uso specifico. Per poter mettere in sicurezza il campo da tiro i parcheggi esistenti, nonché i nuovi sono stati spostati all’esterno dell’area concessa in uso, così come da parere favorevole rilasciato dall’Ufficio protezione Civile. Strumenti acquistati: Oltre alle attrezzature principali quale la tendostruttura e manufatti, gli Arcieri Città di Terni hanno provveduto a realizzare una zona fitness all’interno della parte indoor a supporto degli atleti disabili e normodotati. Durata lavori: I lavori sono iniziati circa un anno fa. Ditta capofila del progetto di ampliamento l’Edilizia 94 srl di Stefano Tombesi, al suo fianco altre realtà specializzate del territorio quali per esempio la FM Elettric di Francesco Sbaraglia e la Italservizi. Per le opere di sistemazione esterna gli Arcieri Città di Terni si […]

0 comments

Aces Italia in visita al rinnovato impianto di via del Centenario

Si è svolto questo pomeriggio, presso il rinnovato impianto di tiro con l’arco degli Arcieri Città di Terni, il sopralluogo degli ispettori della delegazione italiana di Aces Europe per la candidatura a ‘European city of sport 2021’ della città. “I membri della commissione hanno apprezzato il grande lavoro che stiamo portando avanti per ammodernare la nostra struttura e renderla fruibile alle persone con disabilità – ha spiegato Stefano Tombesi, consigliere federale e vice presidente degli Arcieri Città di Terni – i lavori non sono ancora conclusi anche perché è nostro obiettivo renderla tra le migliori in Europa”. I membri della commissione, che hanno visionato gli impianti ternani sono stati: Luigi Ciaralli (vicepresidente Aces Italia), Gianluigi Rosi, Gianfranco Mastrangelo, Claudio Briganti e Nando Buonomini. La commissione, che si è cimentata con arco e freccia giusto per testare dal vivo la qualità dei lavori svolti fino ad ora presso l’impianto di via del Centenario, ha apprezzato in particolare i monitor che a breve verranno installati sulla linea di tiro fondamentali per consentire ai disabili di gareggiare e l’attrezzatura che andrà a costituire l’area fitness dell’impianto.

0 comments

Gli Arcieri Città di Terni si fanno “mondiali” grazie a Sabrina Vannini e Matteo Santi

Arcieri Città di Terni “mondiali” grazie a Sabrina Vannini e Matteo Santi. In questo periodo la società ternana è infatti protagonista, con questi due atleti, a livello mondiale. Sabrina Vannini, campionessa europea di arco istintivo in carica (Svezia) sarà di scena dal 3 al 7 settembre sarà protagonista con la maglia della nazionale Italiana in Canada, a Lac La Biche, per il Mondiale 3D. L’atleta degli Arcieri Città di Terni è indubbiamente una delle favorite per la conquista della medaglia d’oro. Discorso diverso per Matteo Santi. Il giovane arciere ternano è fresco reduce dalla prima esperienza al Mondiale Giovanile che si è svolto dal 20 al 25 agosto a Madrid. Nella categoria Individuale Junior, arco Olimpico, Santi dopo aver ottenuto l’accesso al secondo turno superando brillantemente il polacco Filip Lazowski 7-3 nelle qualificazioni è stato battuto 6-4 dal canadese Aaron Cox. Per lui immediata la possibilità di rifarsi considerato che dal 30 settembre al 5 ottobre sarà di scena a Mokrice Catez (Slovenia) per l’European Field Championships. “E’ sempre un immenso onore, per noi, avere atleti impegnati con la maglia della Nazionale in eventi di caratura mondiale – il commento di Stefano Tombesi, consigliere Federale e vicepresidente dell’Arcieri Città di Terni – riponiamo grande fiducia in Sabrina Vannini, autentica top player, alla quale auguriamo di tornare con al collo la medaglia più preziosa. Stesso auspicio per il “nostro” Matteo che in Slovenia sarà per l’ennesima volta fianco a fianco con i migliori della categoria, questa volta d’Europa”.

0 comments

Un titolo Italiano, un argento e un bronzo per gli Arcieri Città di Terni ai Campionati Italiani Tiro di Campagna

Tre medaglie tra cui un titolo italiano per gli Arcieri Città di Terni a Santo Stefano d’Aspromonte, nel Parco Nazionale dell’Aspromonte, dove si sono disputati i Tricolori Field. Protagonista assoluto della spedizione ternana è stato Matteo Santi. L’arciere ternano ha conquistato tutte e tre le medaglie portate a casa dalla società del presidente Mauro Sbaraglia. Ma andiamo con ordine. Santi è il nuovo campione italiano Junior di arco Olimpico. Un successo che gli ha consentito di disputare anche l’assoluto dove è arrivato terzo alle spalle di Massimiliano Manda (Fiamme Azzurre) e a Marco Seri (Medi Chienti) che si è laureato campione assoluto. La terza medaglia Santi se l’è guadagnata in collaborazione con Gasponi e Scaramuzza. I tre arcieri ternani sono arrivati ad un passo dall’oro nell’Olimpico a squadre ma allo shot off contro gli Arcieri Audax Brescia sono stati sconfitti 15-8. Per la compagine bresciana primo tricolore assoluto a squadre. “Sono molto contento per queste tre medaglie conquistate e per il titolo Junior – commenta Matteo Santi che è tornato a vincere dopo due passaggi a vuoto – non mi piace parlare di riscatto dopo le Universiadi e la seconda tappa della Youth Cup a Bucarest dove comunque avevo intravisto netti miglioramenti. Oggi è stato molto difficile, come sempre del resto, perché quando si arriva a tirare per gli Assoluti ci si confronta con i professionisti e batterne uno forte come Marco Morello (Aeronautica) è sempre una grande soddisfazione”. Soddisfazione espressa anche da Stefano Tombesi, consigliere federale e vice presidente degli Arcieri Città di Terni: “Possiamo ritenerci più che soddisfatti per l’ottimo bottino ottenuto a Santo Stefano D’Aspromonte. Questi risultati ripagano tutti coloro che lavorano quotidianamente alla crescita della nostra società. Risultati che ci confermano una delle migliori realtà italiane sia a livello giovanile che assoluto”.

0 comments