4 medaglie ai Tricolori Indoor di Rimini e per Matteo Santi inizia l’avventura Europea

Gli Arcieri Città di Terni hanno chiuso con 4 medaglie (2 argenti e altrettante di bronzo) i Tricolori Indoor di Rimini. Agli atleti ternani è mancato soltanto l’acuto ma nel complesso la rappresentativa si è comportata più che egregiamente.

Siamo molto soddisfatti di quanto ottenuto dai nostri atleti ai Tricolori Indoor di Rimini – commenta Mauro Sbaraglia, presidente degli Arcieri Città di Terni – la conquista di medaglie a livello nazionale non fa altro che accrescere, sempre di più, il prestigio della nostra società”.

Buon argento per Matteo Santi nell’arco Olimpico individuale categoria Juniores. L’arciere ternano si è piazzato alle spalle di Alessandro Paoli (Iuvenilia) e davanti ad Elia Bescardo (Asd Trieste Archery Team). Buona anche la sua corsa nell’assoluto. Corsa che si è interrotta ai quarti di finale contro Federico Musolesi (Asd Castenaso A. T.). L’azzurro, insieme ai suoi compagni Simone Angeli Felicioni e Gabriele Mondaldi nell’arco Olimpico a squadre non è riuscito ad andare a medaglia per soli quattro punti.

La squadra femminile di arco Nudo composta da Sara Giustini, Rosa Riggi e la campionessa europea 3D Sabrina Vannini ha conquistato due medaglie: un bronzo nella categoria Seniores e una d’argento in quella Assoluti.

L’ultima medaglia della rassegna riminese l’ha conquistata Sara Giustini chiudendo terza alle spalle di Sara Caramuscia (Amici di Reno) e Cinzia Noziglia (Fiamme Oro).

Buone le prestazioni di Riccardo Gasponi nell’arco Nudo individuale, di Edoardo Scaramuzza nell’arco Compound Junior e di Manuel Bianchini che pur essendo molto giovane è già alla seconda partecipazione in una categoria superiore come quella dell’arco Olimpico individuale categoria Ragazzi.

Chiuso il capitolo Tricolori Indoor di Rimini si apre per Matteo Santi quello degli Europei di Samsun in Turchia. Il ternano nelle prossime ore sarà nella città turca dove da oggi al 3 marzo l’Italia sarà impegnata nel primo appuntamento internazionale dell’anno.

Indossare l’Azzurro è sempre motivo di grande orgoglio per me – afferma Matteo Santi – vengo da un buon Tricolore nel quale ho avuto le risposte che aspettavo in vista di questo appuntamento al quale tengo molto. Il mio obiettivo? Cercare di fare il meglio possibile”.

About the Author

Leave a Reply

*

captcha *