default-logo

VUOI TIRARE CON L’ARCO?

La Società A.S.D. Arcieri Città di Terni organizza corsi di tiro con l’arco per adulti e bambini presso il proprio impianto denominato “Archery training center” in via del Centenario, 100 a Terni sia indoor che outdoor per tutto l’anno.
Gli archi e tutto il materiale necessario vengono messi a disposizione dalla Società per provare gratuitamente.
I corsi sono tenuti da personale altamente qualificato: saranno presenti istruttori di Compagnia, istruttori Fitarco di 1° e 2° livello e allenatori.

CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

GRAND PRIX CAMPAGNA 2018

SCOPRI L’EVENTO E PRENOTA!

NEWS

Sabrina Vannini oro agli Italiani 3D

Sabrina Vannini si conferma campionessa italiana nell’arco istintivo senior femminile 3D. Si conclude nel modo migliore questo fantastico mese per la portacolori degli Arcieri Città di Terni iniziato con la conquista della medaglia di bronzo all’Europeo 3D di Maribor. Sabrina Vannini riprende da dove aveva lasciato visto che era lei la campionessa in carica essendosi aggiudicata l’edizione 2019 l’ultima prima dello stop imposto dalla pandemia per il Covid-19. Quella di Lago Laceno in provincia di Avellino è stata un’edizione complicata dagli Assoluti: “Ho chiuso la gara di qualifica con il secondo posto – racconta Sabrina Vannini – questo mi ha permesso di andare direttamente alle semifinali. Non è stato facile però perché il 99% del percorso era in salita con pendenze importanti. Infatti anche il punteggio non è stato eccelso. Poi è arrivata la finale di oggi. Dopo tanta salita c’è stata tantissima discesa e questo ha creato un po’ di problemi a tutti. Però alla fine sono riuscita nel centrare quello che era il mio obiettivo, confermarmi campionessa italiana”. Successo netto per Sabrina Vannini che ha battuto 28 a 23 Angela Iungano dell’Arcieri degli Aironi. Un successo che merita una dedica speciale: “questo oro è per papà Luigi. Era rimasto deluso del bronzo agli Europei ora spero sia felice di questa medaglia. Lui è il mio fan e critico numero uno”. Adesso il nuovo obiettivo si chiama Mondiale 3D di Terni: “E’ dall’Europeo di Maribor che stiamo parlando dell’evento in programma l’anno prossimo a casa nostra. Ho già in mente un sacco di allenamenti per affinare la tecnica. Voglio arrivare super carica all’appuntamento di Terni”. “Siamo orgogliosi delle due medaglie conquistate da Sabrina tra Maribor e Lago Lacena – dichiara il presidente degli Arcieri Città di Terni, Stefano Tombesi – risultati di prestigio che ci danno un’ulteriore iniezione di fiducia in vista del Mondiale 3D che abbiamo l’onore di organizzare ed ospitare nel 2022. Sabrina sarà è la nostra punta di diamante. Vederla altamente competitiva già alla prima stagione post blocco ci fa felici”.

0 comments

Sabrina Vannini è bronzo agli Europei 3D

Sabrina Vannini è bronzo agli Europei 3D di Maribor categoria arco istintivo. Applausi per la portacolori degli Arcieri Città di Terni che ha saputo conquistare una medaglia preziosa nella prima competizione internazionale post Covid. Decisiva per salire sul podio la vittoria allo shoot off contro l’ungherese Gyorgyne Kereszt Piroska. “Sono felice come se avessi vinto la medaglia d’oro anzi di più – dichiara Sabrina Vannini subito dopo la premiazione – questa è stata la prima competizione internazionale post Covid. Se mi guardo indietro posso dire che è stato un anno davvero difficile così come complicato è stato arrivare qui. Poche gare, difficoltà nel riuscire ad allenarmi più tutti i problemi generati dal Covid. Insomma è stata dura ma questa gioia ripaga di tutte le fatiche”. Nel suo cammino nell’Europeo 3D di Maribor, Sabrina ha avuto un momento difficile: “nella seconda gara. Ho faticato a vedere gli animali. Vuoi perché erano posizionati molto più lontani, vuoi perché il bosco era buio e la giornata coperta, fatto sta che ho faticato a vederli. Quella prestazione mi ha portato poi allo scontro diretto con Michela Donati”. Il faccia a faccia ha visto trionfare l’amica e compagna di nazionale che poi si è aggiudicata l’oro battendo l’austriaca Karim Novi 31-23. Da Maribor Sabrina Vannini torna oltre che con la medaglia di bronzo anche con un nuovo primato personale: “i 405 punti rappresentano il mio record in gare internazionali e questo mi fa molto piacere”. Gareggiare in ambito internazionale ai tempi del Covid non è stato facile: “ma la Federazione ha creato una vera e propria bolla. Tutti noi siamo in possesso di green-pass. Inoltre prima di arrivare abbiamo fatto un tampone così come ne faremo un altro prima di partire. Poi chi non aveva il ciclo vaccinale completato veniva sottoposto a tampone ogni due giorni. Massima attenzione dunque anche nel rispetto delle distanze”. Adesso il tempo di tornare in Italia e c’è subito un nuovo appuntamento che attende Sabrina: “a fine mese ad Avellino ci sono i Campionati Italiani. Sono campionessa in carica avendo vinto l’ultima edizione disputata, quella del 2019. Ovviamente ci tengo a fare bene ma dal momento in cui sono scesa dal podio ho iniziato a pensare soltanto al Mondiale 3D di Terni. A proposito qui abbiamo appena brindato proprio alla gara ternana”. Sabrina Vannini sarà una delle atlete da battere alla manifestazione affidata ancora una volta agli Arcieri Città di Terni “non sono ternana e non vivo in città ma nonostante questo tra noi si è nato un legame fortissimo e oggi ne ho avuta la riprova. Appena ci hanno riconsegnato i cellulari il mio non ha smesso di suonare per i messaggi privati e di chat che ho con la crew ternana”. Dunque l’obiettivo è chiaro: “Voglio l’oro al Mondiale 3D di Terni”. Il bronzo conquistato da Sabrina Vannini a Maribor nell’Europeo 3D è stato accolto con grande gioia in casa Arcieri Città di Terni: “Siamo orgogliosi di avere in squadra un’atleta come Sabrina – dichiara il presidente Stefano Tombesi – da lustro alla nostra società ma soprattutto alla nostra nazione. Abbiamo festeggiato la sua medaglia perché ce la sentiamo un po’ pure nostra facendo parte tutti di una grande famiglia. Un bronzo che ci da ulteriore carica per lavorare al meglio all’organizzazione del prossimo Mondiale 3D che tornerà ad essere disputato a Terni”.

0 comments

Sorrisi ed emozioni al primo Memorial Marco Capelli

Il presidente Tombesi: “Era importante ripartire così, adesso testa al Mondiale del 2022”. Due giorni intensi, emozionanti. All’Archery Training Center degli Arcieri Città di Terni è andato in archivio il primo Memorial Marco Capelli con un lungo e sentito applauso per ricordare l’ex presidente della Fitarco Lombardia scomparso prematuramente a dicembre. “Ci siamo sentiti in dovere – spiega Stefano Tombesi presidente degli Arcieri Città di Terni – d’intitolargli il trofeo del Drago, la gara nazionale più importante della nostra stagione. Per l’occasione abbiamo avuto la presenza di una folta delegazione dalla Lombardia che non ha voluto mancare a questo appuntamento. Marco oltre ad essere stato un ottimo dirigente è stato anche un grande amico degli Arcieri Città di Terni e con questo Memorial abbiamo cercato di omaggiarlo nel modo migliore”. La manifestazione ha riscosso un grande successo in quanto a presenze: “C’è voglia di gareggiare anche se il nostro sport non si è mai fermato. Abbiamo raggiunto il limite massimo di partecipanti per quelle che sono le norme stringenti del protocollo della Fitarco. Fossero state più morbide, sicuramente avremmo avuto tanti più atleti sulla linea di tiro. Speriamo che questo possa accadere presto”. Il Memorial Marco Capelli è stato nobilitato anche dalla presenza di Tania Giaccheri “atleta della Nazionale Italiana in lizza per il pass per le prossime e Olimpiadi di Tokyo 2020. Ha voluto esserci a tutti i costi essendo anche lei, come noi molto legata a Marco”. Ad arbitrare la gara un arbitro d’eccezione, arbitro speciale, Alberto Luglio figlio di Elena Aletti, la compagna di Marco Capelli: “Ha chiesto ed ottenuto una deroga per poterci essere mentre Elena alla quale abbiamo consegnato una maglia personalizzata diventerà socia onoraria degli Arcieri Città di Terni”. Durante le premiazioni alle quali hanno partecipato anche l’assessore comunale allo sport Elena Proietti e il delegato Coni provinciale Fabio Moscatelli, è stata presentata la nuova divisa da gara degli Arcieri Città di Terni: “abbiamo deciso di cambiare grafica e materiale. Quest’ultimo è più performante soprattutto per chi pratica tiro di campagna”. Con il Memorial Marco Capelli andato in archivio il focus si sposta nuovamente sul Mondiale in programma tra un anno: “nei giorni scorsi, con alcuni esperti, siamo andati a visionare alcuni campi gara a Stroncone che saranno teatro delle gare del mondiale. La finale invece – conclude Tombesi – si svolgerà sicuramente nel fantastico scenario della Cascata delle Marmore”.

0 comments

Tutto pronto per il primo Memorial Marco Capelli

Attesi all’Archery Training Center circa 200 atleti per quello che una volta era il Trofeo del Drago Torna il grande tiro con l’arco a Terni. E lo fa ricordando la figura di una persona che a questo sport e agli Arcieri Città di Terni ha dato tanto. Domenica andrà in scena la prima edizione della gara nazionale denominata Memorial Marco Capelli ex Trofeo del Drago. “Marco è stato un grande amico degli Arcieri Città di Terni – ricorda il presidente Stefano Tombesi – è stato un grande collaboratore oltre che responsabile di campo e collegamento con il settore arbitrale negli appuntamenti più importanti organizzati dalla nostra società come il Campionato Europeo Campagna nel 2012, il Campionato Mondiale 3D nel 2015, e la finale del Grand Prix nel 2017. Marco stava già lavorando per l’organizzazione del prossimo Mondiale 3D nel 2022 in programma sempre nella nostra città”. Circa 200 atleti si daranno battaglia nel fine settimana all’Archery Training Center di Terni. Di questi una folta delegazione in rappresentanza della Lombardia dove Capelli ha ricoperto in questi ultimi anni la carica di Presidente del Comitato Regionale Fitarco. “Con la sua apertura mentale, con le sue idee innovative – conclude Tombesi – ha motivato il suo gruppo dirigente dando nuova energia ad un importante Comitato Regionale come quello lombardo. Il nostro ricordo rimane indelebile ed è quello di un amico sempre sorridente e sempre disponibile al confronto. Una persona che, grazie alle sue grandi capacità organizzative e per la sua concretezza ha saputo portare a termine tutti i compiti nei quali era impegnato, con spirito di sacrificio e altruismo. Qualcuno lo ha definito un uomo generoso e dal cuore grande, noi aggiungiamo un amico sincero e per sempre”.

0 comments

Mondiale 3D, gli Arcieri incassano il sostengo della Fondazione Carit

Stefano Tombesi: “Sarà un evento con contribuirà alla ripresa economica del territorio” Gli Arcieri Città di Terni hanno avviato ufficialmente la macchina organizzativa del Mondiale 3D di tiro con l’arco posticipato a settembre 2022 dalla Federazione a causa della pandemia di Covid-19. In questi giorni il comitato organizzatore ha incassato il supporto della Fondazione Carit che ha deciso di sostenere, con una donazione, la manifestazione perché ritenuta “di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico del territorio”. “Siamo orgogliosi di avere l’appoggio della Fondazione Carit – commenta Stefano Tombesi, vice presidente degli Arcieri Città di Terni e consigliere Fitarco – è la conferma che stiamo svolgendo, come società, un valido lavoro di promozione dello sport e di sviluppo turistico ed economico del territorio. Non a caso il Mondiale 3D che abbiamo avuto già l’onore di poter organizzare e ospitare ha raccolto i più ampi consensi a livello nazionale e internazionale sia per la puntualità dell’organizzazione che per le location scelte”. L’imponente manifestazione sportiva richiamerà a Terni e nel territorio della provincia atleti provenienti da 45 nazioni e disputandosi dopo le Olimpiadi spingerà le varie Federazioni nazionali a presentarsi con i loro migliori atleti. Sport come volano per lo sviluppo economico del territorio dunque, soprattutto in un momento storico in cui c’è grande bisogno di ripresa. In quest’ottica s’inserisce la manifestazione che vede protagonisti gli Arcieri Città di Terni che dal 2012 si sono dimostrati maestri nell’organizzare eventi nazionali e internazionali. In questo lasso di tempo si sono svolti nel comprensorio ternano, grazie alla società del presidente Mauro Sbaraglia, il Campionato Italiano Campagna a Stroncone, la Coppa delle Regioni, il Campionato Europeo Campagna, il Mondiale Campagna e la Coppa Italia dei Centri Giovanili. “Abbiamo sempre creduto nel binomio sport-sviluppo economico del territorio – prosegue Stefano Tombesi – per questo la società ha deciso di fare un importante investimento realizzando nel 2019 l’Archery Training Center. Una struttura all’avanguardia a livello nazionale e in particolare per il mondo paralimpico. Non a caso abbiamo avuto l’onore di ospitare già più volte i raduni della nazionale giovanile para-archery”. Organizzare un campionato mondiale costituisce inevitabilmente un enorme sforzo anche a livello economico che, evidentemente, una società dilettantistica non può sostenere se non con il sostegno delle amministrazioni locali. Comune e Regione insieme alla fondazione Carit sono stati validi riferimenti in passato ed è lecito immaginare che possano esserlo anche per questa ennesima iniziativa che porterà lustro e sostegno al territorio ternano. L’Amministrazione Comunale, per voce dell’assessore allo sport Elena Proietti ha garantito il proprio sostegno: ora si attende l’ok della Regione che ha già dimostrato in altre occasioni, di essere vicina al mondo dello sport. “Noi ce la metteremo tutta anche per ricercare diverse forme di finanziamento a livello nazionale ma è chiaro che – conclude Tombesi – in manifestazioni del genere non può mancare la presenza delle istituzioni locali e regionali”.

0 comments