default-logo

VUOI TIRARE CON L’ARCO?

La Società A.S.D. Arcieri Città di Terni organizza corsi di tiro con l’arco per adulti e bambini presso il proprio impianto denominato “Archery training center” in via del Centenario, 100 a Terni sia indoor che outdoor per tutto l’anno.
Gli archi e tutto il materiale necessario vengono messi a disposizione dalla Società per provare gratuitamente.
I corsi sono tenuti da personale altamente qualificato: saranno presenti istruttori di Compagnia, istruttori Fitarco di 1° e 2° livello e allenatori.

CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

GRAND PRIX CAMPAGNA 2018

SCOPRI L’EVENTO E PRENOTA!

NEWS

Una freccia per scaldare il Natale

Gli Arcieri Città di Terni non sono rimasti con le mani in mano. Tutt’altro. La società del presidente Mauro Sbaraglia ha organizzato per l’ultimo fine settimana una competizione casalinga. Il “Trofeo di Natale” legato ovviamente alle imminenti festività “Abbiamo voluto organizzare questo evento – afferma Sbaraglia – perché crediamo che lo sport debba essere anche aggregazione e un valido supporto nei momenti difficili. Purtroppo questo 2020 di problemi ne ha creati e ne sta creando tanti. Ritrovarsi tutti insieme, sebbene nel pieno rispetto delle prescrizioni vigenti, è servito per far ritrovare ai nostri atleti quel calore che inevitabilmente era andato scemando”. Ma un Trofeo è pur sempre una competizione. E mai come in questo momento gli arcieri hanno bisogno di gareggiare, di confrontarsi sulla linea di tiro. “L’allenamento è fondamentale ma anche respirare l’aria che soltanto una gara ti regala lo è – sottolinea Stefano Tombesi, vicepresidente degli Arcieri Città di Terni e consigliere federale – per questo come società stiamo cercando di offrire ai nostri atleti il massimo delle opportunità in tal senso, pur dovendo farei i conti con le tante limitazioni. Siamo l’unica società in Italia ad aver installato un tunnel igienizzante che garantisce la massima sicurezza e possiamo contare su una palestra dove poter svolgere allenamenti e disputare gare. Questo ci consente di andare avanti nella nostra attività”. La conferma di quanta voglia c’è di gareggiare nel mondo dell’archery è arrivata dalla presenza, al “Trofeo di Natale” di Ilario Di Buò. Il sette volte olimpionico, oggi allenatore della nazionale maggiore femminile, ha onorato la nostra società rimettendosi dopo 10 anni sulla linea di tiro. “Come Federazione, tramite i nostri comitati regionali, stiamo lavorando ad un progetto per portare il tiro con l’arco nelle scuole. Sarebbe dovuto partire quest’anno ma i fatti ci hanno obbligato a rivedere i nostri piani. Non demordiamo però: ci stiamo attrezzando con i mezzi a distanza per centrare un obiettivo ambizioso ma che riteniamo essere fondamentale per la divulgazione capillare del nostro sport”.

0 comments

Menzione d’onore e titolazione Trofeo del Drago “Memorial Marco Capelli”

La Asd Arcieri città di Terni, attraverso il suo Presidente Mauro Sbaraglia e il Consiglio Direttivo all’unanimità, dopo la prematura scomparsa dell’amico e, per alcuni anni, anche socio della nostra Associazione, Marco Capelli, ha deciso di intitolare la sua classica gara targa di Maggio, denominata Trofeo del Drago come “Memorial Marco Capelli” stabilendo un premio apposito da assegnare al termine della manifestazione arcieristica. Classe 1964, di Brescia, si è tesserato per la prima volta nella Fitarco nel 1999 e dopo le competizioni da arciere ha fatto tutta la trafila per diventare Giudice di Gara e Direttore dei Tiri, entrando anche a far parte della Commissione Ufficiali di Gara. Come società lo abbiamo conosciuto nel 2010 e da quel momento è diventato un imperdibile collaboratore e grande amico. La sua preziosa collaborazione è stata fondamentale e richiesta in gran parte degli eventi internazionali organizzati in Italia. La nostra società lo ha delegato come “responsabile del campo e collegamento con il settore arbitrale internazionale” sia per il Campionato Europeo Campagna nel 2012 sia per il Campionato Mondiale 3D nel 2015 organizzati a Terni e già stava lavorando per l’organizzazione del prossimo Mondiale 3D nel 2022 in programma sempre a Terni. Nel 2018, è stato eletto Presidente del Comitato Regionale Fitarco Lombardia. Con la sua apertura mentale, con le sue idee innovative ha motivato il suo gruppo dirigente dando nuova energia ad un importante Comitato Regionale come quello Lombardo. Il nostro ricordo rimane indelebile ed è quello di un amico sempre sorridente e sempre disponibile al confronto. Una persona che, grazie alle sue grandi capacità organizzative e per la sua concretezza ha saputo portare a termine tutti i compiti nei quali era impegnato, con spirito di sacrificio e altruismo. Qualcuno lo ha definito un uomo generoso e dal cuore grande, noi aggiungiamo un amico sincero e per sempre. Grazie Marco                                                                                  Tutti gli Arcieri città di Terni

0 comments

Primi incontri istituzionali per organizzare il Mondiale 3D del 2022

Gli Arcieri Città di Terni non mollano, tutt’altro. In questo periodo particolarmente difficile la società del presidente Mauro Sbaraglia è attiva su più fronti. La realtà ternana è rimasta sempre aperta solo per i propri tesserati anche in questa seconda tornata di lockdown. E lo fa in totale sicurezza potendo contare anche sul tunnel sanificatore che rende l’Archery Training Center di Terni una delle strutture più sicure d’Italia. Impianto aperto, allenamenti e gare in calendario. Tutto nel rispetto delle ultime direttive del Ministero, della Fitarco e della Regione. Ma in un momento storico delicato com’è questo il board ha voluto garantire ai propri tesserati uno spazio sicuro nel quale poter praticare lo sport amato e ritrovare per qualche minuto quella serenità che questo periodo sta facendo vacillare. Una base importante per gli Arcieri Città di Terni che guardano con grande ottimismo anche al futuro. Nel 2022 tornerà a Terni il Mondiale di tiro con l’Arco 3D. Un appuntamento che, alla luce delle difficoltà generate dalla pandemia da Covid-19, potrebbe rappresentare una vera e propria boccata d’ossigeno per l’intero territorio locale e regionale. Proprio per questo, nei giorni scorsi, è andato in scena presso l’impianto di via del Centenario un sopralluogo-incontro-confronto tra i vertici della società ternana, il consigliere Federale Stefano Tombesi e gli assessori regionali Paola Agabiti e Enrico Melasecche. Il Mondiale 3D dovrà essere valutato come una risorsa importante per la ripresa, anche turistica ed economica di tutta la Regione Umbria. Per questo ci sarà bisogno del sostegno fattivo delle istituzioni regionali. Per i due assessori è stata l’occasione per prendere visione di un impianto, l’Archery Training Center che è anche l’unica struttura nel suo genere del centro Italia e iniziare a parlare delle potenzialità dell’evento in calendario nel 2022. Da parte delle Istituzioni è stata ribadita la disponibilità al dialogo oltre che la disponibilità a sostenere l’evento nelle forme che, di concerto con gli “Arcieri” saranno ritenute più utili. La società ha esposto ai due rappresentati della giunta regionale le difficoltà di una realtà piccola come quella degli Arcieri Città di Terni, le potenzialità del Mondiale 3D e i benefici che potrebbero arrivare per tutta la Regione dalla buona riuscita dell’evento. Un primo passo verso la costruzione di una manifestazione che, com’è già successo in passato, potrà diventare un evento da ricordare.

0 comments

Arcieri Città di Terni, la Nazionale giovanile Paralimpica all’Archery Training Center per il primo raduno post Covid-19

E’ iniziato il raduno ternano della Nazionale giovanile Para-Archery, primo dopo l’interruzione dovuta alla pandemia da Covid-19. La Nazionale italiana ha scelto l’Archery Training Center degli Arcieri Città di Terni per ritrovarsi e riprendere con l’attività sportiva. Otto gli arcieri convocati che stanno lavorando con il Responsabile Tecnico Willy Fuchsova e l’allenatore delle giovanili Ezio Luvisetto. Quattro i convocati nell’arco olimpico, si tratta di Francesco Ceppaglia (Arcieri Dei Peuceti), Gabriel De Toffoli (Arcieri Del Piave), Giulia Baldi (Maremmana Arcieri G.dalle Bande Nere) ed Elisabetta Petris (Arcieri Cormòns). Nel compound chiamata per Giulia Ferrari (Maremmana Arcieri G.dalle Bande Nere) e Sofia Forneris (Arcieri Del Cangrande) mentre nel W1 sono in raduno Francesco Tomaselli (Arcieri Dello Jonio) e Asia Pellizzari (Arcieri Del Castello). “Siamo onorati di essere di nuovo a Terni – afferma Willy Fuchsova, Responsabile Tecnico della Nazionale – in questi quattro giorni valuteremo lo stato tecnico e psicofisico dei ragazzi e cercheremo di ridare loro degli obiettivi”. La presenza della Nazionale giovanile Para-Archery ha riacceso i riflettori sul mondo Paralimpico da sempre seguito con attenzione dagli Arcieri Città di Terni. “L’Arcery Training Center nasce principalmente come impianto per disabili – ricorda Stefano Tombesi, consigliere federale e vice presidente Arcieri Città di Terni – volevamo realizzare una struttura all’avanguardia e dai primi risultati possiamo dire di esserci riusciti. E’ un impianto in continua evoluzione che vogliamo rendere sempre più confortevole e all’avanguardia. Nonostante i nostri sforzi però dobbiamo registrare una carenza di atleti. Purtroppo negli ultimi anni è stato carente il supporto da parte di chi dovrebbe indirizzare le persone con disabilità al mondo dello sport, nonostante l’Umbria possa vantare un centro federale per il Para-Archery anche se ad oggi non ha atleti. E’ chiaro quindi che qualcosa non sta funzionando”. Il primo giorno del raduno della Nazionale giovanile Para-Archery è servito anche per fare il punto con le istituzioni. Dall’Assessore comunale allo Sport Elena Proietti e dal delegato provinciale del Coni Umbria Francesco Tiberi sono arrivati gli elogi per l’operato degli Arcieri Città di Terni ma al tempo stesso anche l’amarezza per come il tessuto locale stia faticando ad approcciarsi al mondo Paralimpico. Da entrambi è arrivato un segnale preoccupante: “Nel territorio le camere d’albergo per le persone con disabilità sono pochissime. C’è bisogno di sedersi tutti intorno ad un tavolo e studiare quelle che sono le strategie migliori per implementare questo universo”. Difficoltà le sta incontrando anche lo stesso Comitato Italiano Paralimpico, come sottolineato dal delegato provinciale Tommaso Strinati: “Due sono gli aspetti fondamentali: aiutare economicamente le famiglie a far fare pratica sportiva ai propri figli e avere impianti all’avanguardia. La struttura degli Arcieri Città di Terni è un fiore all’occhiello per la nostra Regione tanto che sto cercando di ottenere dalla sanità umbra e dall’Amministrazione Comunale per avere degli sportelli informativi, punti di riferimento per tutti coloro che hanno interesse ad avviare allo sport persone con disabilità”.

0 comments

Arcieri Città di Terni, da giovedì la Nazionale giovanile Paralimpica

L ’Archery Center Training di Terni ospiterà dal 10 al 13 settembre prossimo il raduno della Nazionale giovanile Paralimpica, il primo post lockdown. Il gruppo azzurro sarà composto da oltre 20 persone: circa quindici atleti, i tecnici federali e i preparatori atletici. “Per certi versi questo di settembre è un appuntamento storico, visto quanto è accaduto nel mondo, e vedere scelta la nostra sede per questo raduno ci riempie d’orgoglio – commenta il presidente degli Arcieri Città di Terni, Mauro Sbaraglia – e al tempo stesso ci conferma che la struttura così come è stata pensata e realizzata funziona. Ma siamo altresì consapevoli di non poterci cullare sugli allori. E’ per questo che stiamo predisponendo degli ulteriori investimenti al fine di rendere il nostro centro ancora più confortevole e adeguato alle esigenze del mondo ParaArchery”. Quello in programma a settembre sarà il secondo raduno della nazionale paralimpica a Terni. Il primo si è svolto in occasione dell’inaugurazione dell’Archery Center Training. Avendo la pandemia da Covid-19 annullato di fatto la stagione outdoor, per gli atleti azzurri sarà questa la prima occasione utile per tornare ad imbracciare l’arco e scoccare le prime frecce in vista del programma indoor delle manifestazioni nazionali e internazionali. La realizzazione dell’Archery Center Training si conferma essere stata quanto mai azzeccata anche alla luce della scarsità di palestre a disposizione delle società sportive. La scelta degli Arcieri Città di Terni di investire in un impianto di proprietà oggi risulta essere stata vincente visto che sta consentendo alla società la prosecuzione dell’attività sportiva in sicurezza.

0 comments